Ex-statale 447

in

Località

/
Tipologia: 
trasporti
Inizio lavori
1990

Quattro chilometri di strada dissestata, la costiera del Silento. Il tratto tra Ascea e Pisciotta dal 1989, è ciclicamente investito da frane e ciò ha reso necessario costruire una variante. Si tratta di un'opera urgente, ma che non è mai partita, mentre le auto continuano a viaggiare su un tratto rischioso.
I primi atti per la nuova strada risalgono al 1989,nel 1990 vengono aggiudicati i lavori alla Raiola-Icop-Icomez che prevede di effettuare i lavori entro 630 giorni. Innalzati i primi piloni, si fermano i lavori perchè manca il progetto esecutivo per la prevista galleria. Nel '99 si rescinde il contratto e nel 2001 la 447 scivola sotto la giurisdizione della Provincia di Salerno e si deve ripartire da capo: dall'Anas non arrivano gli studi preliminari ed il Ministro Lunardi dichiara che la competenza è degli Enti Locali. Alla fine del 2003, Francesco Alfieri, assessore provinciale, riesce ad ottenere 12,5 milioni dalla Regione e tutto si rimette in moto. Ai primi di Novembre del 2005 il si al progetto preliminare, entro un paio di anni, facendo a meno della galleria grazie ad un percorso alternativo, la statale Ascea-Pisciotta sarà terminata. L'opera risulterà finita ma fuori tempo. Il traffico turistico costiero sarà spostato sulla nuova direttrice, la statale 18 tra Funtani e Centola. L'Ascea- Pisciotta resterà comunque sicura per i residenti.

Finanziamento: 
---
Progettista: 
---
Impresa lavori: 
---
Costo raggiunto: 
€ 12.500.000,00