Linea ferroviaria Palermo Lolli – Santa Ninfa

in

Località

Piazza della Stazione Lolli
Palermo
Incompiuto Siciliano
Tipologia: 
trasporti
Inizio lavori
---

Il tracciato, della lunghezza prevista di km. 85254 , con molti giri viziosi toccava Boccadifalco (con il caratteristico viadotto che la scavalca), Monreale, Altofonte, Piana degli Albanesi (esiste anche una stazione presso il lago sito a valle della cittadina) e San Cipirello. Il tracciato costruito si ferma poco prima di Camporeale; il progetto prevedeva che il binario si inoltrasse verso la valle del Belice, toccando Poggioreale e andando a ricongiungersi a Salaparuta alla linea Castelvetrano – San Carlo. Molti tratti sono percorribili in auto, come quello che, partendo poco sotto Monreale, conduce su caratteristici viadotti intorno alla testata della valle dell’Oreto, sotto Altofonte e per una strada di recente sistemazione fino alla provinciale da Belmonte Mezzagno a Santa Cristina Gela. Durante l’ultima guerra le numerose gallerie site lungo il tratto nei pressi di Altofonte erano state utilizzate come polveriera, e al momento della ritirata dell’esercito tedesco si è corso il rischio di una loro esplosione. Fortunatamente ciò non è accaduto, anche perché avrebbe provocato la distruzione del sottostante centro abitato. Creata nel 1891, dal 1974 è dismessa.

Finanziamento: 
---
Progettista: 
---
Impresa lavori: 
Impresa C.E.F. (dagli ultimi 20 anni), ma interviene anche la Salemi Calatafimi