Galleria tra la Valle dell'Adige e il lago di Garda

in

Località

Trento
Tipologia: 
trasporti
Inizio lavori
1999

E' incompiuta, ma non è mai cominciata. Il 30 ottobre del 1999, i sindaci di Riva del Garda, Arco, Nago Torbole e Dro avevano sottoscritto un documento dal titolo "Viabilità e mobilità dell'Alto Garda e Ledro: per un sistema razionale di interventi strutturali per l'ambiente e la qualità della vita". Anche gli ambientalisti guardarono con favore questo progetto che prevedeva una galleria di 3 chilometri a canna unica che avrebbe dovuto collegare la Valle dell'Adige con il lago di Garda, occupandosi anche di svincoli, circonvallazioni e bretelle per smistare il traffico dei centri turistici, e pure di parchi fluviali, piste ciclabili e parcheggi. A 7 anni di distanza dalla firma dei 4 sindaci, che avrebbe dovuto costituire garanzia, il tunnel non è neppure cominciato, restando lettera morta, ferma sulla scrivania del sindaco di Arco, Renato Veronesi. Nel frattempo due dei suoi
colleghi hanno fatto carriera: il sindaco di Nago Torbole, Giuseppe Parolari, è passato al Consiglio Provinciale, mentre Claudio Molinare è approdato in Parlamento come senatore del centro sinistra. Veronesi non è mai riuscito a farsi appoggiare dalle sue maggioranze. La proposta conteneva anche, in modo inedito, le cifre del costo ambientale ed economico di una viabilità inadeguata: nella zona del ponte di Arco si contavano tra i 33 e i 38 mila passaggi al giorno, per un totale di 1,116 milioni di ore all'anno spese nel traffico, con un danno stimato nei 25 anni d'esistenza della grande circonvallazione di oltre mille miliardi di lire. Intanto sono sorte nuove ipotesi per tunnel più brevi, ma tutto è ancora fermo. A bloccare l'opera, nessuno l'avrebbe pensato, è stato uno dei suoi firmatari.

Finanziamento: 
---
Progettista: 
---
Impresa lavori: 
---

Comments

Se non è stato speso nemmeno un euro per ne per l'opera ne per il progetto, qual'è l'incompiuto? Forse fa più notizia riportare che il sindaco ha fatto carriera?