approvigionamento idrico della città di catania

in

Località

via fogliarino
piedimonte etneo
Tipologia: 
edilizia civile
Inizio lavori
Febbraio
1981

La regione Sicilia finanziò negli anni 80 un progetto di captazione acque in territorio di Piedimonte Etneo (ct) per l'importo di 80 miliardi affidandone l2esecuzione dei lavori alla ditta cav. Rendo di Catania, per soddisfare il fabbisogno idrico della città di Catania.Gli studi geologici stabilirono una portata di 650 litr al secondo.Iniziarono i lavori con la costruzione di una lunga galleria di un gandisimo serbatoio e di tutta la tubatura da Piedimonte fino a Catania (40 km.)Come dice un vecchio adagio "i pesci a mare e la padella sul fuoco".Infatti a causa di un errore di livello nei mlavori della galleria il prezioso liquido non fu captato. bisognava che la galleria iniziasse almeno 5 metri più in profondità. I lavori si fermarono dopo avere speso tutta la somma. La ditta poi falli' e tutto restò in aria. Successivamente negli anni 2000 una ditta emiliana credo la Coop:costruttori presentò un progetto alla regione per la captazione con pompe sommerse ma tale proposta non fu accettata.Il risultato è che è rimasta una lunga galleria, i tubi per Catania e il grande serbatoio che fanno bella mostra di se.

Finanziamento: 
---Regione Sicilia Assessorato territorio e ambiente
Progettista: 
---
Impresa lavori: 
---Consorzio acque Piedimonte Etneo del Cav. Rendo di Catania
Costo previsto: 
€ 40.000.000,00
Costo raggiunto: 
€ 40,00